/Waterloo: che cos’è? Dove si trova e cosa fare? In che periodo è meglio visitarla?

Waterloo: che cos’è? Dove si trova e cosa fare? In che periodo è meglio visitarla?

Waterloo è una delle città belghe più famose in seguito alla disfatta storica di Napoleone. Almeno una volta della vita Waterloo rappresenta una delle mete più suggestive da visitare in diversi periodi dell’anno. Ma dove si trova di preciso Waterloo e cosa visitare al suo interno? Andiamo a scoprirlo all’interno dei paragrafi successivi.

La famosa città belga

Waterloo è passata alla storia per le disfatte di Napoleone. La città fa parte del territorio belga, nella provincia Brabante Vallone, in Vallonia. Waterloo viene ricordata per la battaglia del 18 giugno 1815, tra l’esercito di Napoleone e i paesi parte della settima coalizione guidata dal Duca di Wellington e il generale von Blücher.

Le imprese della battaglia sono state documentate anche dal famoso autore Victor Hugo, all’interno della sua opera ‘I miserabili’. Odiernamente nella città di Waterloo si tengono diverse rappresentazioni storiche della battaglia, oltre alla presenza dei monumenti classici dedicati all’avvenimento.

Monumenti e luoghi di interesse

Che cosa vedere una volta giunti a Waterloo? La città mette a disposizione dei turisti diversi monumenti e luoghi di interesse storico tra cui la collina del Leone, il Panorama, il Museo Wellington e il memoriale dedicati alla famosa battaglia. La collina del Leone risulta uno dei luoghi panoramici più caratteristici della città, mentre presso la fattoria di Hougoumont si possono ripercorrere i momenti dello scontro tra le truppe francesi e quelle della settima coalizione.

Il Museo di Wellington si erge nel centro storico di Waterloo, dedicato al duca inglese mentore-guida della battaglia. Aperto dal 2015 si trova anche il Museo Memorial 1815, a ricorrenza del bicentenario della battaglia incentrato soprattutto sulla storia di Napoleone. Tra gli altri musei si trova anche la casa di campagna, in passato sede del quartier generale di Napoleone.

A Waterloo si possono inoltre ammirare anche la Chiesa di Saint-Joseph, in classico stile baracco, la Chiesa di Notre-Dame d’Alsemberg, il mulino di Herisem risalente al Cinquecento, riconvertito nel 1858 in una fabbrica di lavorazione della carta. Gli amanti della natura incontaminata non possono rinunciare ad una visita nella foresta di Soignes, caratterizzata dalla presenza di querce e faggi centenari.

Il periodo migliore per visitare la città

Qual è il periodo migliore dell’anno per visitare la città di Waterloo? In realtà non esiste una stagione più indicata per partire alla volta del territorio belga. Waterloo si adatta a qualsiasi periodo dell’anno, preferibilmente in primavera o estate per evitare il rischio di piogge presso i siti della famosa battaglia.