/Vulcani italiani: quali sono, altezza e quando sono in attività

Vulcani italiani: quali sono, altezza e quando sono in attività

Il territorio italiano presenta diverse aree vulcaniche dove è possibile ammirare il fenomeno naturalistico. Nel nostro paese si trovano circa 10 vulcani attivi, a rischio di eruzione, tra i più famosi l’Etna e il Vesuvio. Ma quali sono gli altri vulcani presenti in Italia? Cerchiamo di scoprirlo all’interno delle prossime righe.

La presenza dei vulcani attivi sul nostro territorio

All’interno del nostro territorio si trovano diversi vulcani, attivi e non. I vulcani attivi vengono così classificati in base ad almeno un’eruzione nel corso degli ultimi 10 mila anni. Tra quelli più attivi in Italia si trovano: Etna, Stromboli, Ischia, Lipari, Vesuvio,Vulcano, Pantelleria, Colli Albani, Isola Ferdinandea e Campi Flegrei.

I vulcani attuali che eruttano con un certo grado di frequenza risultano essere l’Etna e lo Stromboli. Questi fenomeni naturali vengono inoltre classificati in base alla pericolosità e alla loro posizione. I vulcani sono strutture geologiche complesse che si originano all’interno della crosta terrestre. Al momento dell’eruzione la sostanza presente all’interno del vulcano tende a risalire la superficie, caratterizzata da una massa rocciosa fusa chiamata magma.

All’interno dell’intera superficie terrestre si trova un 91% di vulcani sottomarini e 1.500 terrestri. Ogni vulcano può eruttare in modo tranquillo, senza rappresentare un pericolo per la popolazione, oppure in modo esplosivo. Il magma del vulcano contiene al suo interno gas, lava, ceneri, vapore acqueo, lapilli e scorie.

I vulcani attivi sottomarini sono rappresentati da Marsili, Vavilov, Magnaghi, Glauco, Palinuro, Eolo, Sisifo, Enarete. 

Vulcani non attivi

Oltre ai vulcani attivi in Italia si trovano anche diverse strutture non attive da oltre 10 mila anni. Il termine geologico scientifico per definire lo stato di un vulcano non attivo è estinto. I vulcani estinti in Italia sono: Salina, Amiata, Vulsini, Cimini, Sabatini, Vico, Isole Pontine, Roccamonfina e Vulture. 

Altezze e curiosità

Il vulcano più alto d’Europa è rappresentato dall’Etna con i suoi 3.300 metri, dichiarato dall’UNESCO nel 2013. Lo Stromboli è il secondo vulcano italiano tra i più attivi negli ultimi 10 mila anni, alto 924 metri sul livello del mare. Lo Stromboli viene chiamato anche il “Faro del Mediterraneo“, considerato una delle strutture più attive a livello mondiale, rinomato per le sue eruzioni notturne a fontana.

Attivi, ma allo stesso tempo maggiormente silenti, sono i vulcani Vesuvio e Campi Flegrei, la cui ultima eruzione documentata risale al 1538. Il vulcano Vesuvio, sito nella città di Napoli, è i vulcano italiano più studiato della storia, alto 1,281 metri. Il Vesuvio viene costantemente sottoposto alle misurazioni del caso in relazione alla densità della popolazione circostante.