/Non riesco a dimagrire: cause, rimedi e trattamenti

Non riesco a dimagrire: cause, rimedi e trattamenti

Il percorso di dimagrimento può presentarsi ricco di ostacoli a seconda dei diversi casi e delle caratteristiche legate ai processi metabolici. Alcune persone, seguendo una dieta alimentare ipocalorica, riescono a perdere più peso rispetto ad altre. Capita che, pur seguendo una dieta ferrea, non si riesca a raggiungere gli obiettivi prefissati. Che cosa fare in questo caso? Quali sono le cause di un’insufficiente perdita di peso e quali consigli si rivelano più utili?

Le cause principali

Quali sono le cause principali dell’insufficiente perdita di peso? Una delle cause principali è spesso rappresentata da una dieta alimentare errata, all’interno della quale si tende ad assumere un apporto di calorie maggiori rispetto a quelle previste. Anche il senso di sazietà e la sua percezione possono variare a seconda dei diversi casi e dalle precedenti precedenti abitudini alimentari.

Anche il gusto personale associato ai diversi alimenti influenzia la propria alimentazione e le scelte alimentari che vanno ad incidere sul dimagrimento. Un’altra delle cause principali viene associata al metabolismo e alla capacità dei suoi processi di incrementare o ridurre la termogenesi corporea, fondamentale dal punto di vista della perdita di peso. I soggetti con un metabolismo rallentano faticano a perdere peso rispetto alle persone con un metabolismo più veloce.

I processi metabolici dipendono essenzialmente dal DNA e dalla capacità di trasformare il grasso corporeo grazie alla termogenesi. La masticazione incide sul dimagrimento e sul senso di sazietà in quanto, le abitudini alimentari di una masticazione frettolosa, si dimostrano piuttosto negative dal punto di vista della perdita ponderale di peso. Una masticazione lenta aumenta invece il senso di sazietà e aiuta il soggetto a limitare l’apporto di cibo.

Saltare i pasti, ma anche il digiuno, compromette il dimagrimento a causa di un ridotto funzionamento del metabolismo. Anche mangiare spesso fuori casa limita l’efficacia di una dieta alimentare ipocalorica, spesso difficile da perseguire all’interno dei ristoranti o fast food a causa dei condimenti aggiunti e delle pietanze disponibili. Infine anche l’assunzione di alcool e superalcolici compromette la riuscita del dimagrimento, nonostante un bicchiere di vino rosso a pasto risulti invece benefico per la salute dell’organismo.

Le cause emotive come lo stress e la sofferenza possono rappresentare una causa dell’inefficacia alla base della dieta. L’assenza di attività fisica e un regime alimentare eccessivamente restrittivo incidono sul dimagrimento e sulla velocità della perdita dei chilogrammi.

Rimedi, trattamenti e consigli utili

Per incrementare il dimagrimento si rende opportuno cercare di capire se il metabolismo si presenti a tutti gli effetti rallentato. In questo caso un’anamnesi medica può aiutare il soggetto ad elaborare un piano alimentare adeguato e un’attività fisica idonea. Anche i carboidrati possono essere ridotti in favore di una dieta iperproteica, laddove il nutrizionista o dietologo risconti un effettivo apporto eccessivo di tali alimenti all’interno della dieta.

Per risvegliare il metabolismo si può seguire un piano di allenamento fisico giornaliero mirato, grazie al supporto di una figura professionale come il personal trainer. In alcuni casi può dimostrarsi benefico assumere integratori alimentari naturali ad azione termogenetica per aumentare la temperatura corporea e il consumo di calorie.