Mete per Ferragosto 2019: Palinuro in cima alle classifiche

Mete per Ferragosto 2019: Palinuro in cima alle classifiche

La corsa alle ultime prenotazioni per l’arrivo di Ferragosto 2019 ha portato sulle vette della classifica italiana la frazione di Palinuro, in Campania. La maggior parte degli italiani ha scelto di rimanere all’interno del paese senza rinunciare alla classica vacanza di metà agosto. Tra le mete più ricercate della regione Campania è Palinuro a dominare questo Ferragosto.

Palinuro: dove si trova, curiosità

Palinuro è una frazione di Centola che si trova in provincia di Salerno, nella regione Campania. Palinuro è famosa per la sua stazione balneare del Cilento. La denominazione della località è strettamente collegata ad un personaggio dell’opera letteraria dell’Eneide, il nocchiero Palinuro.

Il territorio di Palinuro è rinomato in tutta Italia per la ricchezza dei paesaggi, mentre la penisola si estende a partire dal promontorio Capo Palinuro. A livello turistico Palinuro offre la possibilità per diverse immersioni, esplorazioni di grotte emerse, visite guidate in barca, spiagge e mare. Il clima di Palinuro è tipicamente Mediterraneo, ideale per trascorrere le vacanze di Ferragosto.

Che cosa fare e visitare a Palinuro?

Moltissimi italiani hanno scelto di prenotare una vacanza di metà agosto nella penisola di Palinuro. Il costo a notte in una delle numerose strutture alberghiere si attesta intorno ai 180 euro, una somma mediamente vantaggiosa per una località di mare. Che cosa fare e quali attrazioni visitare a Palinuro? Gli amanti della natura possono lanciarsi nell’esplorazione della Grotta Azzurra, caratterizzata dai toni azzurri brillanti, raggiungibile esclusivamente via mare.

Alla foce del fiume Mingardo si può visitare l’Arco Naturale, inserito all’interno di una caratteristica e suggestiva insenatura, costeggiata da due spiagge. Palinuro ospita anche la famosa Grotta d’Argento che colora anche le acque in sua prossimità. La Grotta delle Ossa o Preistorica conserva invece numerose ossa e resti di animali preistorici. Per tutti gli amanti delle stalattiti si trova la Grotta dei Monaci, rassomiglianti per la forma a dei monaci raccolti in preghiera.

La località, oltre alle tipiche spiagge balneari dove rilassarsi, offre inoltre un sito archeologico risalente all’epoca del paleolitico e del neolitico, con influenze ellenistiche e classiche. A Palinuro si possono visitare anche le Torri Costiere, realizzate tra il 1550 ed il 1600.

Nel corso dei secoli Palinuro ha modificato il proprio ambiente naturale con diverse gole, tra la più nota la Gola del Diavolo. Dal l fiume Mingardo è possibile risalire la valle fino ad arrivare all’interno del villaggio medioevale della frazione San Severino, dove il fascino è stato mantenuto immutato nelle strutture architettoniche.

Continuando la navigazione sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra come specificato nella nostra cookie policy. Altrimenti clicca su maggiori informazioni per capire come eliminare i cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi