/Mankai: il super food sostituto della carne

Mankai: il super food sostituto della carne

La pianta acquatica Mankai presenta tutte le qualità per diventare un nuovo super food. La sua assunzione permette di regolare la glicemia in seguito all’assunzione dei carboidrati, vantando una quantità di proteine simili a quelle presenti nella carne.

Mankai: le caratteristiche della pianta

La pianta acquatica Mankai presenta tutte le carte in regola per diventare il super food del prossimo futuro, in sostituzione alle proteine della carne. Questa specie acquatica interviene nella regolazione dei livelli di glicemia a seguito dell’assunzione dei carboidrati, ma presenta anche un ricco contenuto di proteine importanti.

La pianta Mankai proviene dal sud est asiatico, ribattezzata ‘pianta polpetta’ per via del suo contenuto di proteine, in rapporto oltre il 45%. La Mankai è inoltre ricca di polifenoli, amminoacidi essenziali, proteine delle uova, fibre alimentari, vitamina A, vitamine B, ferro e zinco. Secondo le ricerche odierne la pianta acquatica Mankai assicura il mantenimento dell’acido folico e del ferro all’interno dell’organismo.

Il nuovo ceppo delle specie vegetali acquatiche, come la Mankai, vengono denominate anche lenticchie d’acqua’, come dimostrato dai risultati delle ricerche eseguite dall’Università Ben-Gurion del Negev. Dal punto di vista nutrizionale è importante conoscere tutte le potenzialità della pianta Mankai, soprattutto per quanto riguardano gli effetti benefici sulla glicemia.

Frullati a base di Mankai

La maggior parte degli scienziati si è concentrata sul consumo quotidiano di frullati a base di Mankai in abbinamento ad uno yogurt e una porzione di carboidrati. I test eseguiti sui soggetti volontari, per un tempo pari a due settimane, hanno dimostrato e confermato gli effetti benefici dell’assunzione di Mankai.

La pianta acquatica ha permesso ai soggetti partecipanti allo studio un controllo sui livelli di glicemia in rapporto all’assimilazione dei carboidrati. Come super food la Mankai presenta un alto potenziale proteico che può essere inserito all’interno dei regimi alimentari ipocalorici per la perdita di peso. Nei territori del sud est asiatico la pianta Mankai viene consumata regolarmente da centinaia di anni, proprio in virtù del suo contenuto proteico.

La Manakai vanta una ricca fonte di vitamine del gruppo B, come la vitamina B12 particolarmente rara per le specie botaniche. Nonostante l’assunzione di scarse quantità di carne rossa, la pianta acquatica Mankai regola l’assorbimento dell’acido folico e del ferro, efficace contro l’anemia sideropenica valutata in sede di test di laboratorio con i ratti. I frullati a base di Mankai sono stati recentemente introdotti all’interno della mensa dell’Harvard School of Public Health, come fonte di proteine giornaliera per gli studenti.