/Dieta senza carboidrati: cos’è, come funziona, controindicazioni

Dieta senza carboidrati: cos’è, come funziona, controindicazioni

La maggior parte delle diete ipocaloriche, finalizzate alla perdita di peso, riducono in modo sensibile i carboidrati. Le diete ipocaloriche iperproteiche eliminano l’assunzione dei carboidrati dal proprio piano alimentare per incrementare e velocizzare la perdita di peso, soprattutto nei soggetti affetti da grave obesità. Come funziona la dieta senza carboidrati e in che cosa consiste? Cerchiamo di approfondire meglio l’argomento.

Come funziona il regime alimentare

La dieta senza carboidrati va ad escludere dal regime alimentare giornaliero tutti gli alimenti a base di farina e i suoi derivati, responsabili nella maggior parte dei casi di un progressivo aumento di peso in dosi eccessive. Tuttavia, eliminare al 100% tutti i carboidrati dalla dieta, non risulta sempre possibile. I carboidrati si trovano presenti anche all’interno di alimenti vegetali e animali sotto forma di lattosio, glucosio e glicogeno.

Eliminando buona parte dei carboidrati l’organismo tende di conseguenza a bruciare gli zuccheri accumulati in eccesso, favorendo la perdita di peso. Mediamente è possibile arrivare a perdere circa 4/5 chilogrammi alla settimana seguendo una dieta senza carboidrati. 

Menù esempio dieta senza carboidrati

Colazione: Una tazza di latte parzialmente scremato, 30 grammi di proteine derivanti dalla soia.

Spuntino di metà mattinata: 80 grammi di prosciutto crudo sgrassato, oppure bresaola, una spremuta fresca di agrumi.

Pranzo: verdura di stagione a piacere, carne bianca o rossa magra cotta alla piastra condita con olio extravergine di oliva.

Spuntino di metà pomeriggio: uno yogurt magro.

Cena: pesce magro cotto alla piastra, al vapore, oppure al forno e verdura mista a piacere condita con olio extravergine di oliva.

Controindicazioni ed effetti collaterali

La dieta senza carboidrati deve essere pianificata nel dettaglio da un medico nutrizionista o dietologo professionale, sulla base delle diverse esigenze personali. Il rischio maggiore, seguendo regimi alimentari ipocalorici fai da te, è quello di recuperare velocemente i chilogrammi persi, ma anche di sottoporre l’organismo ad uno stress in grado di sfociare in carenze nutrizionali, disturbi e patologie specifiche.

Le diete ipocaloriche e iperproteiche devono essere seguite per lassi di tempo periodici in quanto, i carboidrati, risultano fondamentali per lo sviluppo e il mantenimento in salute dell’organismo. Gli effetti collaterali e le controindicazioni di una dieta priva di carboidrati possono provocare mal di testa, un incremento dei livelli di acido urico nel sangue, stipsi occasionale, spossatezza generale, disidratazione. In casi più gravi la dieta senza carboidrati aumenta il rischio di ictus, infarto, tumori e arteriosclerosi, soprattutto in caso di periodi protratti eccessivamente a lungo.