/Come si lavano i costumi da bagno senza rovinarli?

Come si lavano i costumi da bagno senza rovinarli?

Quando si compra un costume da bagno sembra quasi che non si tratti di un indumento normale, ma di un capo indistruttibile che non richiede alcun tipo di attenzione. Eppure se viene trascurato può danneggiarsi, oppure perdere la sua bellezza estetica, con il rischio che in poco tempo non risulti più adeguato e sia necessario gettarlo via. Per evitarlo vediamo come lavare il costume da bagno senza rovinarlo, per proteggerlo e farlo durare a lungo.

Il lavaggio giusto per i costumi da bagno

Innanzitutto è bene ricordare che è importante acquistare sempre prodotti di buona qualità, altrimenti anche con un lavaggio perfetto non dureranno più di una stagione. Come riportato nel blog di Margarita Moda Mare, un costume da bagno Made in Italy è senza dubbio la scelta migliore, in quanto le lavorazioni artigianali e la scelta di tessuti accuratamente selezionati consentono di mantenere l’indumento per molti anni.

Dopodiché è necessario lavare il costume nel modo giusto, evitando che le fibre perdano la loro elasticità e preservandone la resa cromatica. Per prima cosa è indispensabile sciacquarli con attenzione, utilizzando abbondante acqua per rimuovere il cloro se utilizzato in piscina, oppure la salsedine e la sabbia se è stato usato al mare.

Per il lavaggio bisogna sempre controllare le indicazioni riportate nell’etichetta, rispettando tutte restrizioni previste in base al tipo di tessuto adoperato per realizzare il costume da bagno. Di norma conviene evitare di inserirlo in lavatrice, peggio ancora se mischiato con altri indumenti, preferendo invece il classico lavaggio a mano. Si tratta di una soluzione più delicata, che permette di tutelare l’integrità del capo durante la pulizia.

A questo punto basta prendere una bacinella con acqua fredda o tiepida, lasciando il costume da bagno in ammollo con del sapone neutro. Dopo 10/15 minuti è possibile strofinare leggermente l’indumento, senza essere troppo aggressivi, quindi bisogna eliminare tutto il detergente delicato, strizzarlo bene e lasciarlo seccare. È fondamentale evitare il contatto diretto con i raggi solari, rivoltando il costume per proteggerne la superficie esterna.

Costumi da bagno: cosa fare dopo una giornata al mare?

Quando si desidera che un indumento duri a lungo nel tempo è fondamentale prendersene cura ogni giorno, adottando accorgimenti che consentono di tutelarne la struttura e l’aspetto. I costumi da bagno vengono utilizzati di solito in spiaggia, dove sono esposti al sole e agli agenti atmosferici, infatti il sale dell’acqua del mare e soprattutto la sabbia possono rovinarlo velocemente, se non si adottano le soluzioni giuste.

Dopo una giornata in spiaggia è importante togliere sempre la sabbia dal costume, poiché metterlo via così com’è potrebbe causare un danno al colore o all’integrità di tessuti e cuciture. Per rimuovere la sabbia bisogna sempre sciacquarlo con molta acqua, rigorosamente fredda e mai calda, cercando di togliere tutta la sabbia in modo quanto più possibile accurato.

Poi è utile lasciarlo in ammollo per alcuni minuti, in questo modo si depositeranno sul fondo anche i granelli più difficili da individuare e nascosti nelle giunture interne. Passati alcuni minuti è possibile risciacquarlo di nuovo, sempre con acqua fredda, eventualmente strofinandolo con una spugna in microfibra e un po’ di sapone neutro delicato, qualora dovessero essere presenti della macchie.

Cosa non fare quando si lava un costume da bagno?

Mantenendo il costume da bagno in perfette condizioni, se il modello acquistato è in indumento di buona qualità, è possibile usufruire di un capo perfetto per diversi anni. I costumi migliori, infatti, sono realizzati per durare molto tempo, senza scolorirsi o perdere le loro capacità di elasticità, resistenza e flessibilità, tuttavia è importante evitare alcuni comportamenti che potrebbero rovinarli.

Ad esempio non bisogna mai lavare il costume con detersivi aggressivi, ad esempio il classico detergente liquido per i vestiti, oppure la candeggina. Allo stesso tempo non vanno messi in lavatrice, ma lavati a mano in modo delicato usando una spugna morbida in microfibra, possibilmente naturale. Inoltre non si deve usare acqua calda, ma preferibilmente fredda o al massimo tiepida.

Il costume da bagno va sempre risciacquato, sia dopo una nuotata in piscina sia dopo una giornata in spiaggia, anche se non si fa il bagno al mare. Per seccarlo non deve essere lasciato al sole, ma rovesciato e sistemato in una zona di mezz’ombra, ritirandolo non appena è perfettamente asciutto. Infine prima di tornare a casa è consigliabile fare una doccia fredda, senza usare bagnoschiuma o shampoo molto forti, quindi riporre il costume in un sacchetto traspirante e tirarlo subito fuori non appena si rientra nella propria abitazione.